Home page - Sito web ufficiale - ARCHIVIO DI STATO - TARANTO

L'Archivio di Stato di Taranto, ufficio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali dello Stato italiano, è preposto alla conservazione, tutela e valorizzazione dei documenti di rilevanza storica prodotti dagli organi periferici preunitari, e dagli uffici statali postunitari della provincia di Taranto; conserva, inoltre, archivi di enti pubblici o di privati, ricevuti in deposito, donazione o per acquisto.

Direttore: Lucia D'Ippolito 
e-mail: lucia.dippolito@beniculturali.it             curriculum vitae

MANIFESTO DOMENICA DI CARTA 2018

DOMENICA DI CARTA

14 OTTOBRE 2018

Apertura straordinaria

9.00-13.00; 17.00-21.00

“Domenica di carta” è una manifestazione che ogni anno il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo dedica alla scoperta e alla conoscenza del patrimonio conservato negli Archivi di Stato e nelle Biblioteche statali.

Per l’intera giornata gli Archivi offrono non solo agli studiosi, abituali frequentatori dell’Istituto, ma a tutti i cittadini, adulti e bambini, la possibilità di entrare in contatto con mappe, stampe, pergamene, voluminosi registri notarili, libri antichi e fotografie, depositari della storia del territorio e  custodi della memoria collettiva.

L’Archivio di Stato di Taranto partecipa a questo evento offrendo ai cittadini, domenica 14 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 21.00 la possibilità di accedere alla sede e, sotto la guida degli archivisti, visitare i locali di deposito dove è custodito il patrimonio storico-documentario, scrigno di preziose notizie sulla storia di Taranto e del suo territorio.

Continuando il tour gli ospiti potranno accedere alla sala di studio, dove si svolgono le ricerche degli utenti, e visitare la mostra documentaria e fotografica “Ulivo e bisso marino. Il Mediterraneo che unisce” che, attraverso documenti, fotografie, libri, cimeli ed opere d’arte, evidenzia l’importanza di due fondamentali risorse presenti nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo: la “pinna nobilis” dalla quale si ricava il bisso marino e l’ulivo, pianta millenaria dal valore storico e paesaggistico.

A conclusione dell’itinerario sarà possibile assistere, nella sala conferenze, alla proiezione di video o storie digitali realizzati dagli archivisti della sede su diversi argomenti della storia del territorio tarantino.